Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog

Migliorare la mobilità transfrontaliera. Un lavoro in corso con un bel drappello di Comuni.

Il valico di Maslianico-Pizzamiglio registra, in media, oltre 11000 passaggi di veicoli al giorno, la gran parte per il tragitto casa-lavoro tra l'Italia e la Svizzera.

Il 2 aprile, insieme al presidente del Consiglio Comunale di Cernobbio, ed amico, Ivano Mazza, sono stato ad Olgiate Comasco in rappresentanza di Maslianico.

Anche il Comune di Como è interessato all'argomento. L'assessore Gerosa non è potuta essere presente per motivi di famiglia.

E' la stessa "squadra" che, qualche mese ma, ha fatto il risultato pieno sulla pianificazione della mobilità ciclistica, con l'accettazione da parte della Regione della modifica al tracciato della Via dei Pellegrini, di cui si parla qui, in un vecchio articolo.

Ora la via dei Pellegrini è prevista transiti da Maslianico ed arrivi al lago di Como tramite il nostro territorio.

Anima del progetto di mobilità transfrontaliera è un altro amico - cominciamo ad essere in troppi :-) - Mirko Baruffini, vicesindaco di Uggiate Trevano.

La proposta di coordinamento tra gli enti, italiani e svizzeri, per avere dei risultati concreti capaci di migliorare la mobilità transfrontaliera Italia-Svizzera arriva da Uggiate.

Erano presenti numerosi comuni ed il Consigliere di Stato per il territorio del Ticino, Claudio Zali.

Siamo fuori zona rispetto all'Olgiatese, ma il problema è condiviso.

Per questo noi della Valle Breggia abbiamo deciso di esserci.

Lavorare insieme è più efficiente, anche se può essere più complesso. Ma la complessità si supera.

Lo scopo di fondo è ridurre il traffico, migliorare il benessere di chi viaggia per lavoro e ridurre l’inquinamento.

Nella serata sono stati indicati tre strumenti di fondo su cui ragionare:

- car-pooling (usare l'auto in maniera condivisa, tra più persone;

- bus aziendali per i lavoratori;

- potenziamento del trasporto pubblico.

Inoltre nella nostra zona esiste la concreta possibilità di incrementare la sinergia tra le linee ferroviarie, con la stazione di Chiasso, ed il trasporto pubblico su gomma.

Questo avrebbe una ricaduta positiva sia per chi si reca a lavorare in Svizzera, sia per chi gravita verso Milano.

Senza dimenticare, soprattutto per il primo bacino del Lago di Como, il potenziale sostegno alla mobilità turistica che può nascere da una maggior integrazione dei mezzi di trasporto.

Il Comune di Maslianico può mettere a disposizione per i frontalieri circa 20 posti auto, nei pressi del centro sportivo (Via Burgo).

A questi potrebbero aggiungersi aree di sosta private, se d’interesse dei proprietari, già a suo tempo adibite a parcheggio delle aziende locali e capaci di più che raddoppiare la possibilità di sosta.

Trovate in allegato due articoli di qualche giorno fa comparsi sulla stampa ticinese.

Cliccando qui trovate il video girato da "Il Quotidiano" della RSI1.

Sono le mie ultime "cartucce" da assessore in carica.

La speranza e l'auspicio è di lasciare un'eredità apprezzabile, impostata in maniera positiva per la comunità, così da rendere il lavoro più agevole a chiunque sarà chiamato ad operare su questi argomenti. Sempre che li condivida, ovviamente.

Grazie per la lettura.

Francesco Gatti

Tag(s) : #Mobilità, #Frontiera, #collaborazione comunale

Condividi post

Repost 0
Per essere informato degli ultimi articoli, iscriviti: